P.M.T.

TRASMUTAZIONE PIRAMIDALE DELLE MEMORIE

CHE COSA È LA PMT?? La PMT è una tecnologia della 5° dimensione, che apre le porte al 6° e al 7° piano di Esistenza, Non è una terapia. Né la persona che riceve la seduta, né l’operatore influiscono minimamente sul processo, in qualunque stadio evolutivo e/o emotivo si trovino, e al di là delle relative intenzioni. Si tratta di una tecnologia che “trasmuta” le memorie che l’anima decide di rilasciare nel corso di una semplice seduta che dura circa 45 minuti, attraverso l’uso di codificatori ADN 850 (frutto della ricerca di Joel Ducatillon), che permettono questo lavoro grazie a più di 13.000 codici che contengono, trasportando in modo quantico i corpi energetici verso un’ottava di vibrazioni superiori. Le memorie, “catturate” dai codificatori durante la seduta, in primis aumentano di densità nello spazio attorno alla persona che riceve (in una sorta di sala di trasmutazione piramidale) e, successivamente, vengono “bruciate” (sempre dai codificatori). Il processo di trasmutazione di queste memorie agisce nell’arco dei 21 giorni successivi alla seduta. Pertanto è necessario lasciare decorrere circa 3 settimane da una seduta all’altra. E’ bene precisare che l’anima rilascia solo le memorie che ormai sono divenute “zavorre” per il proprio processo evolutivo, al di là della volontà del soggetto di volersi liberare di questo piuttosto che quell’altro, lasciando così finalmente il “posto” a situazioni nuove, o, se meglio vogliamo specificare, liberando energia impegnata in situazioni definite che torna al soggetto ripulita dai vecchi codici per essere sfruttata e integrata in processi nuovi. Per esempio quanto non hai mai realizzato, seppur cercato o desiderato. Dall’esperienza dei vari operatori che operano da tempo, si è notato che questa pulizia porta un’influenza positiva pari al 90% sui corpi mentali ed emozionali, all’80% sul corpo eterico e al 60% sul corpo fisico.

 

Piramide P.M.T.

 

Per ulteriori riferimenti vai sul sito:

 

www.liberamenteservo.it

 

ACQUA DIAMANTE

 

Si tratta di un'acqua di fonte la cui Coscienza è quella della quinta dimensione, con l'aggiunta di alcuni codici della sesta e settima dimensione. Potrebbe chiamarsi "Acqua della Nuova Terra" oppure "Acqua della Nuova Gerusalemme" in accordo con il testo biblico dell'Apocalisse, cap.22 - versetti 1 e 2. Quest'acqua è diventata più viva ed intelligente, rispondendo con Amore alle intenzioni emesse verbalmente da chi la utilizza. E' un aiuto pratico per deprogrammare e trasformare le memorie cellulari restrittive, conducendo in tal modo l'essere umano ad integrare la Coscienza dell'Albero della Vita fino al più profondo di se stesso. Essa è moltiplicabile a volontà ed è destinata ad essere condivisa con altri.

 

Pagina sull'acqua diamante su:

LiberaMenteServo

F.A.A.

FIRE AXE ACTIVATION

 

F.A.A.

 

Ciò dovrebbe consentire al corpo fisico di liberarsi gradualmente dalla resistenza di ostacolare il piano d’anima e del Sé Superiore.

 

F.A.A.

 

Non è consigliabile fare Fire Axe Activation alle persone che non hanno mai ricevuto sedute di PMT Questo nuovo strumento può facilitare la crescita, liberando dagli ostacoli che limitano l’espressione della vita. In questa dimensione, ognuno è l’insegnante di sè stesso, ma da esperienze di operatori, si è sovente visualizzata una scimmia in smoking che stringe caldamente la mano di un Essere di luce. La metafora indicherebbe noi mammiferi, razza umana derivante dalle scimmie, riconciliati con la nostra vera natura saggia e luminosa. È possibile effettuare le sedute anche a distanza.

 

Tutto il mio amore - Joel Ducatillon

 

Pagina dedicata alla F.A.A. su LiberaMenteServo

 

E.V.M.

 

E.V. M. su www.liberamenteservo.it

 

Immagine tratta da "le 33 vie per l'abbondanza e l'autorealizzazione" di Marilena Censi.

Tutte le tecniche contenute in questo sito consistono nell'interpretazione dello stato energetico e globale della persona. Non comportano valutazioni diagnostiche di tipo medico, non costituiscono cure o terapie mediche. Esse sono un sostegno collaborativo e non intendono assolutamente sostituirsi all'azione del medico curante.